Laboratori


LABORATORI SCOLASTICI

 

LABORATORI SCUOLE ELEMENTARI
2° ciclo (terza-quarta-quinta elementare)

Laboratorio sulla fiaba:

attraverso tecniche educative e teatrali, prestando però attenzione all’aspetto ludico e creativo, vengono create immagini, personaggi, testi e scene che a fine percorso portano alla reinterpretazione di opere come Pinocchio, Le fiabe dei Grimm e Alice nel paese delle meraviglie…

Operatori: Operatori: Giorgio Branca, Enzo Biscardi, Elisa Canfora, Dario Villa, Salvatore Manzella (scenografo)


Arte e natura:

laboratorio che parte dalla raccolta di elementi naturali (rami, radici, foglie, sassi..) e arriva alla creazione e rappresentazione di storie inventate dai bambini. Con l’aiuto di uno scenografo i materiali raccolti diventano sculture vegetali.

Operatori: Giorgio Branca, Enzo Biscardi, Elisa Canfora, Dario Villa, Salvatore Manzella (scenografo)


LABORATORI SCUOLE MEDIE (prime e seconde)

Con il corpo capisco:

percorso formativo alla scoperta di sé (scoperta del proprio corpo e della propria voce), di un modo più consapevole di guardare se stessi e la realtà circostante (i propri pregi e difetti, la percezione delle differenze e dei particolari, l’accettazione delle difficoltà dei compagni svantaggiati, il rispetto degli altri, la relazione con lo spazio). Educazione all’ascolto e al silenzio.

Operatori: Enzo Biscardi, Giorgio Branca, Elisa Canfora, Laura Montanari, Dario Villa


LABORATORIO PER SCUOLE SUPERIORI

Attimi di teatro:

laboratorio teatrale pomeridiano per gli studenti degli Istituti superiori. Il lavoro prevede un approfondimento delle tecniche attoriali, necessarie all’attuazione teatrale e alla rappresentazione (uso creativo dello spazio, degli oggetti, della fisicità e della voce), oltre alla trasformazione in materia poetica di esperienze personali che ogni singolo partecipante può mettere a disposizione del gruppo, al fine di creare un’opera originale da rappresentare a fine percorso.

Operatori: Enzo Biscardi, Dario Villa


Storia e storie:

progetto nato dall’incontro con il Prof. Duccio Demetrio, docente all’università Bicocca di Milano, che coinvolge gli studenti in orario curriculare. Le storie raccontate a ragazzi e ragazze dai nonni, su tematiche scelte in accordo con gli insegnanti, diventano in teatro una Storia collettiva, che si studia mentre si fa. Da realizzarsi in collaborazione con i docenti di Lettere.

Operatori: Enzo Biscardi, Laura Montanari, Dario Villa

 

Tutti i laboratori sono condotto da attori professionisti ed educatori con pluriennale esperienza nel lavoro con bambini, ragazzi e adulti.


LABORATORIO
D’IMPROVVISAZIONE COMICA
E COMMEDIA DELL’ARTE

 

Su la maschera!:

viaggio alla scoperta del comico attraverso lo studio delle posture e dei movimenti tipici delle maschere più famose della Commedia dell’arte (Zanni, Arlecchino, Pantalone, Dottore, Capitano…) e le tecniche dell’improvvisazione teatrale. Durante il laboratorio si affronterà il lavoro sul corpo e la voce allo scopo di trovare buffe caratterizzazioni e marcate inflessioni vocali, anche attraverso le parlate dialettali.

La Commedia dell’arte è un genere tradizionale di teatro comico, sviluppatosi in Italia nel ’500 e diffusosi poi in tutta Europa. È un teatro popolare, vivo, comunicativo, immediato, dinamico, capace di svelare la propria natura illusoria e di creare un particolare rapporto di complicità con il pubblico. Gli spettacoli si basano su semplici canovacci, composti da una serie di brevi scene fondate sulla tecnica dell’improvvisazione. I caratteri della Commedia dell’arte sono giovani innamorati, vecchi avari e gelosi, capitani vanagloriosi, servi che si beffano del mondo e che, infine, riescono a sciogliere ogni intreccio. Gli spettacoli sono caratterizzati dall’uso dell’acrobazia, della musica e dalla danza; dalla trattazione di temi immediati come la fame, l’amore, il potere, il sesso; dal linguaggio (il dialetto, i doppi sensi, le battute rozze o argute); dal coinvolgimento del pubblico, la velocità, la leggerezza e il ritmo dell’esecuzione.

Operatori: Elisa Canfora, Giorgio Branca, Dario Villa


LABORATORIO TEATRALE
INDIRIZZATO A PERSONE DIVERSAMENTE ABILI

Il laboratorio teatrale ha il nobile obiettivo di consegnare ai partecipanti la scoperta delle proprie potenzialità comunicative ed espressive. Nel caso specifico la proposta di tale laboratorio ad un gruppo di persone diversamente abili consegna ai partecipanti, la possibilità di sondare sia sul singolo che sul gruppo la profondità di azione, la tenuta della consegna, la concentrazione e il tempo di reazione allo stimolo della proposta, la capacità di sentirsi singolo ma anche facente parte di una coralità di gruppo in azione. Le proposte, come prevedono la metodologia e l’approccio dei miei atelier, devono essere sempre adeguatamente vagliate, condivise e supportate dall’equipe degli educatori di riferimento, con incontri periodici e specifici durante i quali ci si può confrontare sui punti critici o su quelli potenziali di sviluppo. Infatti è proprio in questa sede che il processo d’intervento si costruisce, si adegua alle esigenze e alle risposte dei partecipanti sia nella loro singolarità che nel gruppo.
L’intervento viene solitamente articolato in tre momenti proprio per dare ai partecipanti una continua decodificazione della proposta.

1) TRAINING FISICO SENSORIALE
Esercizi di scomposizione, scoperta della fisicità abbinati ad un ascolto attivo della musica, conoscenza spaziale e sensoriale Questo per sondare le capacità motorie e di controllo.

2) TRAINING VOCALE
Scoperta e sviluppo delle capacità sonore attraverso la riproduzione di piccoli suoni ,vocalizzi che stimolano vari registri sonori.

3) TRAINIG TEATRALE
Partendo da piccole improvvisazioni, singole e di gruppo si va alla composizione di un prodotto, che l’equipe di riferimento deciderà se allargare la visione ad un pubblico o mantenerlo materiale di studio. Da questo si evince la capacità di adattamento e di conoscenza del singolo e del singolo nel gruppo.
Ovviamente gli obbiettivi di questo laboratorio sono mutevoli e adattabili per l’utenza in questione e vanno dall’utilizzo della fantasia in modo appropriato ,alla comprensione degli spazi e tempi del proprio agire e dire, da una migliore conoscenza della propria gestualità,postura e carattere nella acquisizione di una maggiore sicurezza ad uno sviluppo di linguaggi diversi,verbali ed extraverbali. La durata del laboratorio deve essere concordata con l’equipe di educatori.

Operatori: Giorgio Branca

 

iscriviti alla newsletter!

Riceverai ogni mese tutte le informazioni sugli spettacoli e i laboratori!

nome

cognome

indirizzo mail

inserisci il testo nell'immagine
captcha


dove siamo?

Via IV Novembre n.4
21030 Cassano Valcuvia (VA)

come contattarci?

334.1185848 - 0332.995519
info@teatroperiferico.it